Articoli

Boy George vende la sua casa gotica a Londra

Dopo 40 anni, Boy George cambia casa. Perché non è mai troppo tardi per godersela, considerando che il frontman dei Culture Club, celebre band synth pop britannica degli Anni 80, ha appena messo in vendita la sua ricca villa vittoriana, nel quartiere più posh di Londra, Hampstead, alla cifra di 17 milioni di sterline (19 milioni di euro)! Boy George si è rivolto all’agenzia RightMove  di Londra che, seppure non citi esplicitamente il musicista, nell’annuncio descrive l’edificio come «un caratteristico palazzo, rinomato nella zona per il suo eccentrico mix di architettura gotica e italiana». I documenti della proprietà mostrano che il cantante di Karma Chameleon ha usato il suo nome completo, George Alan O’Dowd, per acquisire la casa – all’apice della popolarità della sua band – nel 1984.

Boy George si esibisce durante lo scorso Sea.Hear.Now Festival a North Beach, Asbury Park, New Jersey. (Photo by Jim Bennett/Getty Images)Jim Bennett/Getty Images

Dopo aver compiuto 60 anni l’anno scorso, Boy George ha continuato a lavorare durante la pandemia chiuso in una “bolla” a prova di Covid. D’altronde, la casa è grande e sicuramente non se la sarà passata male.  Oltre alla vendita della sua residenza, l’icona pop degli Anni 80 ha annunciato anche l’arrivo di un film biografico. Il titolo? Karma Chameleon. Recentemente ai Brit Awards a chi gli chiedeva come si sentisse, ha risposto: «Sessantenne e ribelle». Per cui ne sentiremo ancora parlare. Intanto vende casa sua, dal gusto molto personale e da stili anche contrastanti tra loro a seconda degli spazi. Non poteva che trovarsi ad Hampstead, la ricca zona residenziale londinese abitata da professori universitari, artisti e personaggi dei media. Hampstead Heath tutto intorno offre prati, boschi, stagni e vista sulla città da Parliament Hill. Molte le villa in stile neoclassico e gli edifici georgiani. E poi la gothic house di Boy George che si distingue per molti motivi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *