News

Ddl Zan, Michele Bravi a FQMagazine: “Non sono credente, non soffro per gli attacchi della chiesa alla mia community. Draghi? Molto orgoglioso della sua presa di posizione”

“Mi dispiaccio molto per questo dolore gratuito”, così Michele Bravi sul dibattito tra Vaticano e governo, con l’intervento del premier Draghi, in merito alla discussione del Ddl Zan. Il cantante è stato ospite di Claudia Rossi e Andrea Conti al talk live “Programma”

| 24 Giugno 2021

“Per me è una tematica molto calda perché io faccio parte della community LGBTQ+. Ho un doppio pensiero. Io non sono credente quindi non soffro delle parole che vengono spese dalla chiesa nei confronti della mia community però mi domando se i credenti che fanno parte della mia community possano soffrire per questo attacco, mi dispiaccio molto per questo dolore gratuito“, così Michele Bravi sul dibattito tra Vaticano e governo, con l’intervento del premier Draghi, in merito alla discussione del Ddl Zan. “Dall’altra parte penso che il mio è uno stato laico – ha continuato il cantante ospite di Claudia Rossi e Andrea Conti nel talk Programma – io ho già difficoltà a poter raccontare con totale libertà chi sono e con totale libertà la vita che voglio vivere e lotto per chiedere i diritti nel mio stato. Pensare che un altro stato possa interferire con le lotte che la mia community fa per i propri diritti mi fa veramente soffrire”. E qualche parola anche per commentare le affermazioni di Mario Draghi: “Sono molto orgoglioso della sua presa di posizione così netta”.

Bravi ha parlato anche della gioia di poter tornare finalmente in tour, non solo per sé ma anche per i lavoratori dello spettacolo rimasti a lungo fermi causa pandemia. È appena uscito il singolo Falene con Sophie and the Giants. Non solo: il cantautore conduce un podcast dal titolo “La voce dei pesci” e ha annunciato che l’ospite della quarta puntata sarà Stefano Bollani.

RIVEDI LA DIRETTA QUI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Morta Clare Peploe, regista e moglie di Bernardo Bertolucci: aveva 79 anni

next

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *