News

Demografia la fine degli italiani

Demografia. La fine degli italiani sta arrivando. Più decessi che nascite. Abbiamo bisogno di bambini.

“Il tema della natalità rappresenta una vera e propria emergenza sociale. Non è immediatamente percepibile, come altri problemi che occupano la cronaca, ma è molto urgente: nascono sempre meno bambini e questo significa impoverire il futuro di tutti; l’Italia, l’Europa e l’Occidente si stanno impoverendo di avvenire”.

Queste sono le parole con cui Papa Francesco descrive il preoccupante calo demografico italiano. Non si tratta solo di Italia. Tutto l’occidente sta subendo un drastico calo demografico. Ma il nostro paese in maniera estremamente preoccupante.

È necessario dare una risposta. Ma la risposta che va data, ad un gravissimo problema per l’esistenza stessa del paese, è incerta.

I cinesi davanti al calo demografico, hanno risposto togliendo parte delle limitazioni al numero di figli per coppia.

Il Giappone, sta rapidamente invecchiando.

Il motivo è semplice. Si fanno pochi bambini. Ma lì il tasso di migrazione è irrisorio. Una popolazione che invecchia, ma sempre una popolazione giapponese. Questo non è esente da danni per il paese. Ma lascia intatta la cultura giapponese.

Noi italiani rischiamo una vera e propria sostituzione etnica

C’è chi ritiene che si possa ovviare al problema portando più immigrati .Infondo loro fanno molti più figli per coppia di noi.

Ma vogliamo riempire di persone l’Italia o dare un domani agli italiani?

Non possiamo gettare le basi del nostro futuro, costruendole con gli altri. Per dare un futuro all’Italia, bisogna darlo agli italiani. Bisogna incentivare gli italiani a fare figli.

Non ho paura di essere tacciato come razzista dicendo questo. Prima di tutto perché, portando via la gioventù ad un altro paese, rubiamo il futuro agli altri. La gioventù, i figli sono una ricchezza. E questa ricchezza deve poter rimanere nel proprio paese, che sia il nostro o un altro a farne la grandezza.

Quindi quanto dico va anche nella direzione di tutelare chi oggi vede partire i propri figli.

E non temo di essere chiamato razzista semplicemente perché voglio difendere il diritto del mio popolo rimanere nel tempo. Essere un patriota non offende nessuno. Difende qualcosa. E quel qualcosa ha dato la vita a me, mio padre, suo padre e suo pare ancora. E’ la nostra comunità nazionale.

Le colonne portanti dell’Italia di domani debbono essere innalzate dagli italiani di oggi.

Nuove politiche per la famiglia

Se gli italiani non fanno figli la colpa è da ricercare soprattutto in quelle politiche che disincentivano la famiglia. In questo paese il precariato non ha limiti di tempo. Le donne vengono sistematicamente svantaggiate, nel privato se vogliono scegliere la maternità. Chi non ha certezze non può pensare di mettere su famiglia .

Ma soprattutto sono anni che si porta avanti la distruzione del ruolo sociale della famiglia. Prima sposarsi e fare figli era lodevole ora è quasi considerato anacronistico. L’invecchiamento della popolazione è tragico non solo per la situazione pensionistica. Ma anche e soprattutto perché una popolazione senza figli è una popolazione che non crede nel futuro. Dove le scelte del corpo elettorale spesso sono tese egoisticamente a mantenere uno status quo-

Non si investe sull’innovazione, sul creare qualcosa per le prossime generazioni, per chi verrà dopo di noi. Si sceglie di vivere per se stessi, dimenticando l’importanza della comunità. E ciò può essere esasperato quando non abbiamo chi verrà dopo di noi .

E chi non getta le basi del futuro, scava la fossa dove seppellisce il proprio paese.

Leggi anche: Magistrati e riforma Cartabia

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published.