News

E pace sia

E pace sia !

Ormai si stanno moltiplicando in tutto il mondo le voci a sostegno di una richiesta di pace. Fino ad ora era stata solo la Turchia di Erdogan, secondo esercito della NATO, a muoversi concretamente in questa direzione.

Paradossale che un uomo ritenuto da molti un autocrate sia stato il leader più impegnato ed autorevole ad adoperarsi in tentativi concreti di distensione.

Ma in fondo, le democrazie occidentali sono già all’angolo, vista anche l’importanza che assumono le scelte determinanti della Repubblica Popolare Cinese.

Il ruolo di Macron

In gran parte siamo nelle mani di potenze che non rispondono ai canoni della democrazia liberale .

Poi c’è stato in questi mesi un inascoltato, e quasi deprecato Papa Francesco.

Un capo spirituale, lasciato solo dai detentori del potere secolare.

Finalmente si levano apertamente autorevoli voci anche internamente al mondo occidentale.

Basti pensare all’invito fatto dal presidente francese Macron a non demonizzare Putin , se si vuole avere un opportunità di arrivare ad un compromesso.

A non umiliare o escludere la Russia.

Pienamente in linea con l’atteggiamento dei tedeschi. Fermi nella condanna dell’invasione, ma altrettanto determinati nella ricerca di una rapida conclusione del conflitto.

Addirittura Mario Draghi è andato negli Stati Uniti dicendo che, siamo saldamente nell’Alleanza Atlantica, ma è comunque necessario arrivare alla pace.

Il Presidente del Consiglio ha chiesto che Usa e Russia si parlino di nuovo.

Una necessità irrinunciabile, visto che si tratta di potenze nucleari.

Se Kennedy avesse precluso il dialogo, la crisi di Cuba sarebbe probabilmente degenerata in un conflitto atomico.

Ora probabilmente si apre uno spiraglio di lungimiranza, per evitare un’escalation.

Lungimiranza che non dimostrata da molti politici ed organi di informazione, appiattiti su uno scriteriato appoggio ai falchi dell’interventismo.

Ora forse la smetteremo di dare del criminale e del servo degli interessi di Putin a chiunque si pronuncia in favore di una distensione.

Leggi anche: Magistrati e riforma Cartabia

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published.