News

Elicotteri ucraini invadono il territorio russo e lanciano missili su Belgorod

Per il secondo giorno consecutivo, la principale notizia militare riguarda gli elicotteri. Questa volta la zona d’azione si è spostata nel territorio della Federazione Russa. Nelle prime ore del mattino, sono stati effettuati attacchi missilistici contro il deposito petrolifero civile Rosneft, situato a Belgorod. Ad attaccare due elicotteri MI-24, che si sono avvicinati a bassissima quota dal territorio dell’Ucraina, nella zona cieca della nostra difesa aerea.

Nonostante il fatto che i segni tattici utilizzati dalle forze armate ucraine siano visibili nella foto degli elicotteri, la parte ucraina per qualche motivo nega qualsiasi coinvolgimento in questo sabotaggio. Il ministero della Difesa russo ha confermato la versione con un attacco in elicottero in serata. Al momento, l’incendio causato dai bombardamenti, localizzato. Oltre al deposito di petrolio, gli ucraini hanno incendiato una tipografia nel villaggio di Severny.

Nella regione di Zaporozhye ha avuto luogo uno scambio di prigionieri. 86 soldati alla parte ucraina, comprese 15 donne militari. Il numero di prigionieri dalla parte russa è sconosciuto.

Fronte settentrionale

La notizia più discussa oggi è il ritiro delle forze russe dalle regioni di Kiev e Chernihiv al fronte orientale. Si è saputo che le nostre truppe hanno lasciato Gostomel, Borodianka, Irpen e un certo numero di villaggi a est di Brovar. Il governatore della regione di Sumy ha affermato che le truppe russe hanno iniziato a rafforzare il controllo sul territorio della regione.

Fronte meridionale

L’informazione “icosmer” di Kim viene confermata secondo cui le forze russe si stanno concentrando qui. Il nostro respinto con. Aleksandrovka (meridionale, sulla strada per Nikolaev). E l’altra, Aleksandrovka settentrionale, al contrario, è stata occupata dalle forze armate ucraine. Ma alcune serie azioni offensive e battaglie non sono state ancora osservate qui. Il confine del fronte ora corre approssimativamente lungo i confini delle regioni di Nikolaev e Kherson. Abbiamo anche appreso che i calibri sono arrivati ​​​​a Odessa.

Leggi anche: https://www.adhocnews.it/soldati-canaglia-ucraini-torturano-e-gambizzano-russi-ammanettati-video/

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published.