News

La clamorosa ammissione del direttore della Bayer sui vaccini anti Covid

E’ Stefan Oelrich che parla. Non il tuttologo di turno. Il signore in questione è membro del Board of Management della Bayer. Una multinazionale farmaceutica a livello mondiale che non ha necessita di presentazioni. Quando prendete un’aspirina è Bayer, per intenderci. Il signore in questione è responsabile della Divisione Farmaceutica della stessa azienda, leggete cosa dice sui vaccini a mRna prodotti da Pfizer e Moderna.

Dal palco, il dirigente della Bayer è piuttosto chiaro: “i vaccini a mRNA sono terapie cellulari e geniche e il pubblico non avrebbe accettato di assumerli se non fosse stato per la pandemia. La pandemia ha creato il consenso su innovazioni prima improponibili. Stiamo davvero facendo quel salto per guidare l’innovazione, noi come azienda Bayer, nelle terapie cellulari e geniche… In definitiva i vaccini a mRNA sono un esempio di quella terapia cellulare e genica”.

Non è necessario essere scienziati per comprendere appieno quanto affermato dal signor Stefan Oelrich. Una terapia genetica, un’innovazione improponibile prima del Covid-19. Semplicemente perché non se ne conoscono gli effetti di lungo periodo.

Oggi, in realtà, la terapia mRNA non è proponibile, ma imponibile. Pena l’esclusione dal mondo del lavoro.

Vedremo quali saranno le conseguenze di questa fantascientifica manipolazione genetica.

Ai postumi l’ardua sentenza.

Leggi anche: https://www.adhocnews.it/tampone-anale-la-commissione-europea-spinge-forte-perche-si-utilizzi/

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *