Blog

L’appartamento di Suki Waterhouse a Londra, arredato con pezzi vintage e fantasie audaci

Invece di dedicare la seconda camera da letto agli ospiti, Suki l’ha trasformata in una via di mezzo fra tra spogliatoio e studio. Gli armadi a muro color stucco, rivestiti di specchi, ospitano il suo vasto guardaroba, che comprende gioielli eclettici e vintage, proprio come la sua casa: “Ogni volta che voglio suonare il Wurlitzer, di solito sono circondata da pile di vestiti, ma amo il disordine, se contenuto”, confessa Suki. 

“Credo che la mia stanza preferita sia la dressing room”, rivela Suki, “Ho preso una decisione piuttosto imprudente: non usarla come seconda camera da letto, ma come spogliatoio-sala per la musica”.

Radu Palicica

Se qualcuno della famiglia o gli amici vogliono fermarsi per la notte, un divano letto svedese a quadretti è un posto confortevole per dormire, anche se è usato più spesso per fare musica. Insieme a una poltrona Ercol vintage, a una console a mezzaluna in acrilico e a un dipinto di Rose Electra Harris, questo spazio a doppia funzione è a dir poco stimolante, l’ideale per la persona creativa che la abita.

La cucina Devol verde bosco è meravigliosamente British.

Radu Palicica

Articolo pubblicato su AD USA, adattato da Paola Corazza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.