News

Nuovo report ISS: sempre più contagi, ricoveri e decessi fra i vaccinati

ISS – È sempre più (anche) la pandemia dei vaccinati. La narrazione di un vaccino in grado di proteggere dal contagio, dalla ospedalizzazione e dalla morte si rivela sempre più fallace e davanti alla durezza dei dati si sgretola tristemente. E infatti nell’aggiornamento nazionale dell’Istituto Superiore di Sanità relativo al monitoraggio dei dati Covid del 1 dicembre 2021 e pubblicato il 3 dicembre 2021 si conferma il trend della scorsa settimana con una piccola e patetica novità: spariscono le percentuali sul totale rispetto a ciascuna categoria al fine di rendere meno immediata la comprensione dei dati. Ma nessun artificio può celare il fatto che si ammalano, vanno in terapia intensiva e muoiono sempre più vaccinati rispetto alla scorsa settimana. Si consolida il trend che vede in maggioranza sempre più larga i vaccinati fra chi si ammala, finisce in ospedale o muore.

I numeri del report ISS

Ovviamente questo dato è anche figlio del cosiddetto paradosso di Simpson che vuole che al crescere dei vaccinati cresca anche la loro incidenza sul totale; ma questa crescita sembra più che proporzionale rispetto alla crescita dei vaccinati. Ma veniamo ai numeri. Negli ultimi 30 giorni, ci sono 75.512 casi di non vaccinati infetti pari al 36% del totale (era il 37,7% la scorsa settimana) e 134.075 casi di vaccinati infetti pari al 64% (era il 62,3% la scorsa settimana).

Ma soprattutto si consolida il dato che la scorsa settimana era stato registrato per la prima volta del superamento dei vaccinati nei casi di ospedalizzazione: 4.062 vaccinati pari al 52,2% (era il 50,9% la scorsa settimana) e 3.733 non vaccinati pari al 47,8% (era il 49,1%). In poche parole significa che le corsie degli ospedali sono piene più di vaccinati che non di vaccinati. Il trend si conferma anche per i decessi il cui totale degli ultimi 30 giorni è composto da 712 vaccinati pari al 58,2% del totale (era il 56%) e da 515 non vaccinati pari al 41,8% (era il 44% la scorsa settimana).

Terapie intensive

Infine, contrariamente alle anticipazioni riportate in questi giorni sul (tele)giornale unico che aveva parlato di una fiammata di ricoveri di non vaccinati; nelle terapie intensive (dove l’efficacia della vaccinazione è maggiore) la situazione immutata con un 36% di pazienti vaccinati e un 64% di non vaccinati.

da https://www.ilparagone.it

Leggi anche: https://www.adhocnews.it/verso-lobbligo-vaccinale-in-europa/

www.facebook.com/adhocnewsitalia

Leave a Reply

Your email address will not be published.