News

Si sta forse preparando l’archiviazione per lo “stupro” Grillo?

Ogni tanto leggere le agenzie di stampa fa bene. Perché, contrariamente alle testate giornalistiche (quelle vere, quelle importanti, non la nostra), non sono troppo indirizzate dalla politica. Noi invece scriviamo quello che ci pare, tanto non dobbiamo rendere conto ai quattrini di nessuno.

Mi salta all’occhio una notizia di qualche giorno fa: Sardegna, la rabbia di Giulia: “Stuprata da 4 ragazzi ma pm chiede archiviazione, perché?”. E subito mi suona un campanello d’allarme. Ora vi spiego il motivo, ma prima leggete la notizia.

Se non ci siete arrivati da soli, provo io a dirvi i miei sospetti. Ma io sono un complottista di natura, vedo il marcio ovunque. Non sono un’anima candida come voi.

La notizia, è che non è stata fatta diventare una notizia. Perché nessun giornale nazionale ha riportato questa cosa? Chi ha tirato il freno a mano dei giornalisti? Lo hanno fatto da soli o hanno avuto indicazioni? A pensar male si fa peccato!

Molto probabilmente molti giornalisti hanno preferito tacere per motivi etico-religiosi (mah…), ma proprio tutti tutti? Dai non credo che sia possibile: un qualche indirizzo mi sa che ci possa essere stato. Forse.

La disperazione di Beppe

Alcune fonti mi riferiscono che Grillo Sr. sia disperato e pronto a tutto pur di riuscire a salvare il birbantello Grillo Jr. Anche se la situazione appare praticamente impossibile. Però, se seguite il mio ragionamento da complottista e terrapiattista, vedrete che qualcosa nel filo logico dei miei ragionamenti lisergici, può venire fuori.

Grillo è bene che sparisca dalla scena politica. Questo specialmente dal punto di vista del PD. Il M5S porta via molti voti ai DEM. Si sa che il collante del Movimento è proprio Beppe Grillo. Quindi: Grillo sarebbe disposto a tutto pur di salvare il figlio (assioma). Sarebbe disposto anche ad abbandonare la scena politica? Sì (tesi mia).

In questo caso il partito andrebbe in mano a Giuseppi. Capacità politica del Prof.? Bassina, onestamente. Il Movimento si potrebbe spaccare in mille pezzi, esplodere e sparire. Con la conseguenza che una larghissima fetta di consensi andrebbe a favore del PD. Che sono nella stessa zona parlamentare. Quindi chi ne gioverebbe?

Creare un precedente, con il silenzio della stampa

Come è possibile che Grillo Jr. venga assolto? Di sicuro non percorrendo le strade tradizionali. E allora perché, alla chetichella, non creare un bel precedente? Cercando di farlo passare più in silenzio possibile. Ed ecco quindi la nostra povera “Giulia”. Vittima, suo malgrado, due volte.

Bisogna soltanto che le cose debbano andare in un determinato modo. E gli amici servono proprio a questo. A fare favori ad altri amici. Meglio se non evidenti. Quindi: che taccia la stampa! E nell’ombra andiamo avanti sistemando tutte le caselle. Una bella carta “esci gratis di prigione”.

Naturalmente queste sono mie illazioni. Io che vedo le cose in maniera distorta. Che non ho tutta quella gran fiducia negli uomini della legge, ma che ho ben chiara la differenza tra legge e giustizia. E meno ancora negli uomini politici. Una mano lava l’altra e tutte e due lavano il viso. E che i giornalisti tacciano.

Gli stessi che hanno sansebastianizzato Silvione all’epoca e che diventano garantisti all’occorrenza. E se serve pure muti. Fosse successa una cosa simile a Salvini e famiglia, il precedente sarebbe stato letto dalla stampa come un precedente ad personam. E invece tutti zitti. Comprese le compagne paladine della lotta alla violenza sulle donne.

Grillo è contento del figlio salvo. Il M5S confluisce nel PD, e tutti vissero felici e contenti. Se Grillo ce la farà a portarsi a casa il figlio salvo, lasciando libero il campo a Conte (la cui bravura al timone la valuto un semestre si e no) che vuol dire ridare a Letta ciò che non ha fatto Letta, saranno tutti felici e contenti.

Tranne gli italiani.

Leggi anche: Italia – Inghilterra: Veni, vidi, vici!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *